Esercitazione Provinciale di Protezione Civile

SAFETY 2014 – Scenario “Cantiere Subacqueo”

VERONA - Madre e figlioletto annegano nella cava. Intervengono i Sommozzatori con l'aiuto di un Drone. (per fortuna è solo una esercitazione)

Questo lo scenario simulato: Durante una sfortunata gita in barca per una battuta di pesca nella cava Guainetta, nel Comune di San Martino Buon Albergo (VR), forse a causa di un movimento sbagliato, forse causata da un grosso pesce,  l'imbarcazione si rovescia e finiscono in acqua i 4 componenti di una famigliola, appassionata di pesca. 

Il padre riesce a salvare ed a portare a riva il giovane figlio, ma perde di vista la moglie ed il figlioletto più piccolo.

Chiamati i soccorsi vengono subito avviate le ricerche dei due dispersi.

La cava è particolarmente estesa e profonda, per cui viene richiesto l'intervento dei Sommozzatori.

L'Amministrazione Provinciale, con l'intento di migliorare i rapporti e le procedure operative fra le diverse Associazioni e fra le diverse didattiche, provvede ad attivare i due Nuclei Sommozzatori specializzati di  Verona: il Club Subacqueo Scaligero CSS e la Federazione Italiana Attività Subacquee -FIAS, con l'aiuto di alcuni Sommozzatori dei Gruppi Comunali di Torri del Benaco e di Pressana.

Il Gruppo Comunale di Protezione Civile di San Martino Buon Albergo provvederà a fornire supporto e sorveglianza agli accessi della cava.

Il Drone della FIAS provvederà alla ricognizione aerea della cava e dintorni, alla ricerca di tracce o relitti dei dispersi, e, nel caso di  ritrovamento di vittime, al termine delle operazioni di ricerca subacquee, rileverà e segnalerà alle autorità le coordinate dell’esatta posizione geografica, per le necessarie autorizzazioni al recupero.

L'esercitazione SAFETY2014, organizzata dall'Unità Operativa di Protezione Civile della Provincia di Verona, ha coinvolto, con diversi scenari, 12 Comuni e circa 600 Volontari, di cui oltre 50 attivi nel cantiere subacqueo la cui responsabilità è stata affidata a Massimo Codognola della FIAS.

I Sommozzatori, prontamente organizzati dopo l'attivazione, hanno messo in atto tutte le misure di sicurezza necessarie, individuando le criticità possibili, le misure di prevenzione idonee, le procedure più indicate per l’intervento ed i DPI necessari, individuando i Volontari più idonei per i vari settori dell'intervento, quali la logistica, la sicurezza, il primo soccorso, il vettovagliamento, le comunicazioni, gli operatori in acqua e gli operatori aerei con il drone, tutti divisi in squadre intenzionalmente miste, con componenti dei vari Nuclei e Gruppi Comunali. per meglio evidenziare i problemi, le soluzioni ed i vantaggi possibili approfittando dello scambio di conoscenze e di esperienze, per arricchire la preparazione di tutti in un settore così specifico e così complesso come gli interventi subacquei.

Le acque fredde e torbide della cava, la presenza di ostacoli sommersi, le condizioni meteo non favorevoli, hanno arricchito di difficoltà l’esercitazione, rendendola molto simile a quella che potrebbe essere la realtà di un vero intervento, mettendo così alla prova le capacità tecniche, operative ed organizzative dei Sommozzatori, che hanno, tuttavia, brillantemente superato la prova, completando con rigore e precisione il programma ed il piano di sicurezza prestabiliti.

Il clima di collaborazione reciproca, la bravura di tutti nei rispettivi settori, l'organizzazione attenta e rigorosa, nonostante le condizioni meteo e nonostante la temperatura e la scarsa visibilità in acqua, ha portato al pieno successo delle operazioni, suscitando commenti favorevoli da parte degli Osservatori e degli Ispettori della Regione e della Provincia, confermando l'ottima preparazione dei Volontari e la disponibilità delle varie Associazioni alla collaborazione reciproca.

Si ringrazia l'Assessore Giuliano Zigiotto e tutta l'Unità Operativa di Protezione Civile della Provincia di Verona, con Responsabile l'Ing. Armando Lorenzini, e congratulazioni per l'ottimo lavoro svolto alla Referente del Comune di San Martino Buon Albergo Chiara Antonini ed ai capisquadra: Giuseppe Giacomello del CSS, Enzo Nadalini FIAS, Giovanni Crisetti FIAS, Marco Ferrari Gruppo Comunale di Torri del Benaco, Marco Grazia del Gruppo Comunale di Pressana.

 

http://www.fias.it/homepage-fias/le-notizie-fias/protezione-civile/789-verona-madre-e-figlioletto-annegano-nella-cava-intervengono-i-sommozzatori-con-l-aiuto-di-un-drone-per-fortuna-e-solo-una-esercitazione

larena.it/due_annegati_ma_sono_solo_manichini

veronasera.it/operazione-safety-maxi-esercitazione-coinvolge-undici-comuni

larena.it/protezione_civile_la_carica_dei_seicento

http://intranet.provincia.vr.it/comunicazione/ufficio-stampa-e-comunicazione/comunicati-stampa/anno-2014/aprile-2014/zigiotto-safety-2014/